News regionali

News regionali

GR ORE 9 VEN 17 MAR 2017

L’Aquila, due in campo per le primarie del centrosinistra Si terranno il 9 e 10 aprile prossimi le primarie di centro-sinistra per scegliere il candidato sindaco alle elezioni amministrative dell’Aquila della primavera prossima. Lo ha reso noto il segretario aquilano del Pd, Stefano Albano. I candidati del Pd sono due: il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci e il presidente della Gran Sasso Acqua, Americo Di Benedetto. “Vogliamo che l’esperienza aquilana sia un laboratorio per il livello nazionale”, dice Albano.

Ortona, Angelo Di Nardo candidato sindaco del centrodestra “Non posso più accettare che Ortona, dotata di potenzialità straordinarie, si rassegni al decadimento economico e sociale che l’ha investita negli ultimi anni”. Così Angelo Di Nardo, 29 anni tra poco più di un mese, annuncia la sua candidatura alla carica di sindaco di Ortona alla guida di una coalizione di centrodestra. Al suo fianco nel giorno dell’annuncio, gli esponenti delle tre forze politiche che lo sostengono: Franco Vanni di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, Rocco Ranalli di Noi con Salvini e Rocco Iurisci della lista civica Libertà e Bene comune per Ortona.

Teramo, si dimette l’assessore Francesca Lucantoni L’assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Teramo, Francesca Lucantoni, si è dimessa dall’incarico. Lo ha annunciato lei stessa con una nota in cui motiva la sua scelta con “l’inconciliabilità di nuovi impegni professionali con le deleghe all’Istruzione, che oggi più che mai richiedono una presenza costante e assidua”.

Vasto, giunta più snella, ma per poco A Vasto la giunta comunale scende da sette a sei assessori, ma solo temporaneamente. Antonio Del Casale, che si è dimesso per motivi di lavoro, non è stato sostituito dal sindaco, che ha tenuto per sé la delega ai lavori pubblici. Una riduzione chiesta dalle minoranze, ma, sottolinea il sindaco, Francesco Menna, è una scelta che non può essere strumentalizzata.

Campobasso, agenzia viaggi responsabile per vacanze insicure Il tour operator deve garantire la sicurezza della vacanza di chi sceglie i pacchetti di soggiorno nei villaggi, e se qualcuno viene rapinato mentre si trova nella struttura turistica, il tour operator deve risarcirlo per il valore delle cose sottratte, per la vacanza rovinata, le lesioni patite in caso di aggressione fisica e il costo dei giorni di ferie non goduti. Lo sottolinea la Cassazione.  In primo grado il Tribunale di Campobasso condannò un’agenzia di viaggi a risarcire con duemila euro il furto dell’orologio d’oro; la Corte di Appello di Campobasso, nel 2015, invece accolse tutte le richieste risarcitorie rimaste inevase: 1.500 euro per danno non patrimoniale da vacanza rovinata, mille euro per le lesioni subite, 1.490 euro a titolo di inadempimento contrattuale, oltre alle spese legali.

Comments are closed.