A Scanno ci si arrampica sui muri come gechi. Video

Written by on 17 Agosto 2017

Arrampicata sportiva o quasi. Nessuna “via” lunga ma brevi percorsi, problemi da risolvere, capire come arrivare da un punto all’altrio. Archi, muraglioni, cornicioni e così via. Il centro diventa una falesia tutta da arrampicare in una domenica d’agosto. Si è svolta domenica 13 la prima edizione dello “Scanno Street Boulder” una gara di arrampicata tra le vie della perla d’Abruzzo tanto cara a grandi fotografi come Bresson.

Il bouldering nasce come sottodisciplina del classico climbing. La tecnica è la stessa ma cambiano distanze e caratteristiche della superficie, di solito grossi massi, e l’altezza raggiunta, molto inferiore ai normali percorsi di arrampicata, tanto da non rendere indispensabile l’assicurazione del climber con una corda.

Complimenti a questi ragazzi che sono riusciti a portare un tipo di turismo davvero alternativo nel centro di un paese che, come spesso accade per i piccoli borghi d’Abruzzo e Molise, viene collegato ad un’immagine stereotipata. Non solo donne di un tempo con grandi gonne e ceste in testa, da oggi anche sport e sano divertimento all’insegna del rispetto di quei luoghi. Ecco il video dell’evento.


Background