Aspettando la Perdonanza. Ecco le storie che abbiamo raccontato dall’Aquila.

Written by on 29 Agosto 2017

Durante la settimana che ha preceduto il Corteo della Perdonanza a L’Aquila, siamo stati in diretta dagli studi di Corso Federico II con Francesco Di Bucchianico. Ogni giorno abbiamo realizzato interviste in studio e per strada con le persone che popolano il cosiddetto “asse centrale” il corso che dalla Fontana Luminosa arriva fino alla Villa Comunale.

 

21 AGOSTO
Il primo giorno abbiamo intervistato Peppe e Giuliano. Aquilani veraci ci hanno raccontato quanto tengono alla perdonanza e in particolare ad alcuni ricordi che li legano alle edizioni passati. In particolare “L’isola Sonante”, un ricco cartelloni di musica diffusa con esibizioni sparse lungo tutte le piazze della città in cui trovavano libero diritto di esprimersi i vari artisti locali definiti debuttanti. Una manifestazione che sperano possa tornare ad essere al centro dei prossimi programmi della Perdonanza che già si contraddistingue come avvenimento unico  nel suo genere al mondo. Un’occasione da non perdere per visitare il centro cittadino.

Riascolta l’intervista qui

 

22 AGOSTO
Giovani ingegneri a lavoro per ricostruire L’Aquila. Stefano è un professionista che ha deciso di spostare lo studio in centro in una traversa del corso. Con lui altre due Ingegnere, Olimpia ed Emanuela, che insieme ad altri professionisti popolano lo studio. Li abbiamo intervistati al loro secondo giorno dal trasloco e Stefano ci ha spiegato come tornare in centro sia un atto dovuto sperando di avere sempre più attività aperte. Sulla Perdonanza, aggiunge, è un buon motivo per ritrovarsi come si faceva prima. Uscire senza darsi appuntmento e semplicemente ritrovarsi.

Riascolta l’intervista qui

 

23 AGOSTO
Inizia la Perdonanza con il concerto spettacolo di Massimo Ranieri a Collemaggio. Abbiamo intervistato durante la mattinata Natalia di un bar del centro. Lei ci ricorda di anni in cui erano invitati personaggi con un corteo che vedeva ospiti da tutte le parti del mondo. Claudia ama Massimo Ranieri fin da bambina ed è in trepidante attesa per questo evento che apre la settimana più bella dell’Aquila quando esplode di colori e vivacità.  Riascolta l’intervista qui

 

24 AGOSTO
Non siamo gli unici ad esserci trasferiti lungo il corso. Nonna Olga e le nipotine Flavia, Vesna, Vittoria e il nipotino Marco, da pochi giorni si sono spostate dal progetto CASE e sono tornati a L’Aquila. Per le bambine è un’emozione bellissima poter tornare a giocare uscendo a piedi senza dover prendere la macchina e vedere la Perdonanza con una postazione speciale, dalla finestra. Nonna Olga invece vuole ricordare il significato principe di questa settimana, perdonarsi a vicenda e volersi bene. Le piccole non hanno dubbi e, anche se la nonna dice che ci vuole ancora tempo, loro sono sicure: L’Aquila sta rinascendo, sta tornando quella di una volta.  Riascolta l’intervista qui

 

 

 

INTERVISTA AI METRÒ
I Metrò sono tornati a trovarci per raccontarci una tappa importante della loro vita fatta di musica. Li avevamo lasciati l’anno scorso, con le cerimonie di riapertura della sede aquilana, con un sacco di progetti e tanta musica tra le mani. Li ritroviamo adesso con la partecipazione alla finalissima del 60esimo Festival di Castrocaro, dove si sono poi esibito piazzandosi secondi. Unica band in gara e anche unici rappresentanti per le nostre regioni Antonio, Marco, Luigi e Federico ci hanno raccontato un po’ di loro. Non solo in onda ma anche a spasso per la città con l’intervista a passeggio.

Riascolta l’intervista qui

 

INTERVISTA 25 AGOSTO
Da 723 a L’Aquila ogni 28 agosto si ripete la magia del corteo della Perdonanza Celestiniana. Ogni anno si ripete la selezione dei tre personaggi principali: Giovin Signore, Dama della Bolla e Dama della Croce. A poche ore dalla loro “investitura” Davide Romano, Giorgia Ghizzoni ed Eleonora Colantoni sono passati a trovarci per raccontarci un po’ le emozioni che stanno provando. La responsabilità per questi ragazzi è grande e l’emozione è tanta. Eleonora durante i preparativi per l’intervista si è lasciata andare ad un pianto di gioia perché finalmente vedeva concretamente tutto ciò che nei suoi anni di studio aveva incontrato solo sulla carta e perché poi, dice, ” L’Aquila si trova ad un vero e proprio bivio, sarà un’emozione grandissima rappresentare la città”. “Che si prova è difficile spiegarlo”, dice Giorgia mentre per Davide l’esperienza si sta rivelando più complicata di quello che sembrava. Dopo l’intervista in onda siamo andati a fare un giro fino alla Basilica di Collemaggio provando una parte del percorso ufficiale durante “L’intervista a passeggio”.

 

Riascolta l’intervista qui

 

 

 

26 AGOSTO
Macchinette fotografiche alla mano, il centro dell’ Aquila è sempre più meta di un turismo di curiosità che spinge persone a visitare l’ex-zona rossa con lo scopo di testimoniare lo stato attuale delle cose a 8 anni dal sisma. È questo il caso di Giovanna, abruzzese che non era mai tornata nel capoluogo d’Abruzzo dopo quel 6 aprile. Ed è giusto così, ogni cosa al suo tempo. Le abbiamo chiesto com’è tornare dopo tanto tempo e cosa vedono i suoi occhi e quindi il suo obiettivo. La risposta è semplice, tanta gioia e un consiglio spassionato: tornate a vedere quanto sta tornando bella L’Aquila.

Riascolta l’intervista qui

 

 


Background