Ricerca: misurato evento più raro dell’universo nei laboratori Gran Sasso

Written by on 26 Aprile 2019

Misurato il processo piu’ raro dell’universo: avviene una volta ogni mille miliardi di vite del cosmo ed e’ il processo di decadimento piu’ raro mai osservato, quello dello xenon-124. Il risultato, che ha conquistato la copertina della rivista Nature, e’ stato osservato nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Lngs) dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn). L’esperimento che lo ha visto si chiama Xenon1T e il suo obiettivo e’ dare la caccia della materia oscura, ma adesso apre la strada allo studio di altri processi rari che riguardano le particelle piu’ sfuggenti e ancora misteriose, i neutrini. Un risultato che potra’ fornire informazioni utili nello studio di altri processi ancora piu’ rari, come il cosiddetto decadimento doppio-beta senza neutrini, che rivelera’ se il neutrino si comporta come la sua antiparticella, come aveva previsto Majorana quasi un secolo fa. Il raro processo osservato nei Laboratori del Gran Sasso si chiama doppia cattura elettronica. E’ il fenomeno nel quale lo xenon-124 si trasforma in tellurio-124, hanno spiegato i ricercatori che lavorano all’esperimento Xenon1T coordinati da Elena Aprile, della Columbia University di New York. In pratica due protoni di un nucleo di xenon catturano due elettroni, trasformandosi in due neutroni con l’emissione di due neutrini e di energia pari a 64.000 elettronvolt, l’unita’ di misura dell’energia delle particelle. Il risultato dimostra la grande sensibilita’ di Xenon1T, che lavora in condizioni di purezza record, minimizzando la radioattivita’ ambientale.


Background