Torna lo Slow Food Day a Roseto

Written by on 30 Maggio 2019

Tutti in piazza il 1 giugno per celebrare la biodiversità

Anche quest’anno si ripete l’appuntamento con lo Slow Food Day, la giornata che in oltre 100 città d’Italia offre a tutti la possibilità di incontrare la rete locale di Slow Food per conoscerne le attività, le iniziative e i progetti. Il tema al centro dell’edizione 2019 è la tutela della nostra biodiversità alimentare.

Anche la Condotta Slow Food Val Vibrata Giulianova partecipa all’appuntamento. Sabato 1 giugno, i volontari e gli attivisti della chiocciola si ritroveranno in Piazza Verdi a Roseto degli Abruzzi dalle 15.00 alle 21.00. Insieme a loro ci saranno i produttori di un cibo buono, giusto e pulito: Antico Pastificio Rosetano Verrigni, caseificio La Perla del Vomano, come rappresentanza del Mercato Itinerante della Terra (MIT) ci saranno le azienda agricole D’Amario e Feliciani e Recchiuti Massimo, l’azienda agricola l’Orto di Giovanni, l’azienda agricola Garra produttore d’olio extravergine d’Abruzzo, l’azienda agricola Maurizi produttrice di vino ed di altri prodotti e l’azienda agricola Massetti Francesco. Dalle 16.30 interverranno in piazza Silvia De Paulis esponente del Comitato Esecutivo Slow Food Italia, Martina Montecchia nutrizionista e Luciana Del Grande presidente dell’associazione Rifiuti Zero Abruzzo. Grazie alla collaborazione dell’azienda Ekoè in piazza sarà presente solo materiale compostabile. Dalle 16.00 sarà possibile partecipare al laboratorio per bambini “Riciclarte. Creare l’arte dai nostri rifiuti” a cura di Alessia Di Sabatino e Giulia Vallese ad un costo simbolico di 3 euro, gradita la prenotazione al numero 3297434725. Dalle 18.00 in poi il ristorante Al Nabucco organizzerà uno street food in piazza.

Per informazioni/prenotazioni contattare: Alessandra Orsini 3468568964; valvibratagiulianovaslowfood@gmail.com, facebook: https://www.facebook.com/events/1335173626630415/ Slow Food Condotta Val Vibrata Giulianova

Salvaguardare la biodiversità significa costruire un futuro migliore per il Pianeta e soprattutto per i suoi abitanti e per Slow Food questa sfida parte dal cibo che ognuno di noi mette in tavola ogni giorno. Grazie all’impegno degli attivisti, delle Condotte e delle Comunità di tutto il mondo, l’associazione porta avanti oltre 10.000 progetti a tutela della biodiversità in 160 Paesi, per ridare il giusto valore al cibo nel rispetto di chi lo produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni. Secondo il Rapporto FAO State of Biodiversity for Food and Agriculture, le principali cause di declino sono l’alterazione degli habitat, la deforestazione e il cambiamento climatico. Nell’ultimo secolo, circa il 75% della diversità genetica delle colture è andata perduta, quando gli agricoltori di tutto il mondo hanno abbandonato molte delle varietà locali per passare a quelle geneticamente uniformi e ad alto rendimento. Il risultato di questo scempio è che attualmente il 75% del cibo prodotto sul pianeta deriva da sole 12 specie vegetali e 5 razze animali e il 30% di tutte le razze animali che abbiamo addomesticato nei secoli e sono giunte ai giorni nostri è ora a rischio d’estinzione: ogni mese ne spariscono 6!
Slow Food promuove un sistema alimentare che rispetti ambiente e salute e lo fa ogni giorno tutelando nel mondo 576 Presìdi e avendo già catalogato 5034 prodotti sulla propria Arca del Gusto, lavorando 3142 Orti in Africa, organizzando 68 Mercati della Terra e coinvolgendo 1106 cuochi nella sua Alleanza.
Lo Slow Food Day serve a ricordare a tutti l’importanza della biodiversità alimentare e serve a Slow Food a chiedere l’aiuto a tanti nuovi attivisti, anche attraverso gesti piccoli.


Background