“Nell’ombra della musica italiana” seconda edizione Primo evento: 3 agosto “Una vita da film: Luis Bacalov” con Maria Grazia Cucinotta, Vittorio De Scalzi e Ànema

Written by on 1 Agosto 2020

L’AQUILA Ai nastri di partenza la seconda edizione della rassegna “Nell’ombra della musica italiana”, tre eventi dedicati alla canzone d’autore promossi dalla Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli” in programma nei giorni lunedì 3, mercoledì 5 e venerdì 7 agosto alle ore 21,30 presso il Piazzale del MUNDA, la sede del Museo Nazionale d’Abruzzo in Borgo Rivera, con ingresso da Piazza San Vito alla Rivera (di fronte la Fontana delle 99 Cannelle). Sarà una edizione speciale nel rispetto di tutte le normative riferite all’emergenza sanitaria con un notevole sforzo organizzativo da parte dell’Ente Musicale, della Direzione Regionale Musei d’Abruzzo e del Comune dell’Aquila. 

L’evento di apertura è dedicato ad uno dei più grandi compositori del mondo, l’italo-argentino Luis Bacalov il cui nome è legato all’amicizia con Morricone, al cantante Claudio Villa di cui è stato  pianista prediletto, alla RCA per la quale ha realizzato e arrangiato canzoni di successo di Gianni Morandi, Rita Pavone, Mia Martini, Sergio Endrigo e tanti altri, ma soprattutto alle grandi colonne sonore per il cinema: dal Django di Corbucci alla Città delle donne di Fellini, al Vangelo secondo Matteo di Pasolini, fino a Il Postino con il quale ha conquistato l’Oscar nel 1995. Così nasce “Una vita da film” lo spettacolo autobiografico, in debutto al Ravenna Festival il 30 luglio, a cui lo stesso Luis Bacalov stava lavorando prima della sua scomparsa nel 2017. 

“Uno spettacolo sincretico di musica, teatro e cinema”: la parola “sincretico” vuole evidenziare la percezione complessiva e unitaria dei linguaggi musicali, teatrali e cinematografici. A tenere le fila sulla scena è Maria Grazia Cucinotta, protagonista femminile del film “Il postino”, attrice fra le più ammirate a livello internazionale. Coprotagonista sul versante musicale Vittorio De Scalzi dei New Trolls. Fu proprio con il “Concerto grosso per i New Trolls” del 1971, terzo album della band di De Scalzi, che si completò la transizione dal beat 8 verso il progressive, attraverso un “concerto grosso” nel senso barocco ma con l’organico di una rock band e i New Trolls sostenuti dall’orchestra diretta dallo stesso Luis Bacalov. Lo spettacolo è anche un viaggio fra le celebri colonne sonore eseguite dagli Ànema, un ensemble con una solida formazione classica ed esperienze in ambiti jazzistici e popolari. Ne fanno parte il violinista e produttore Marcello Corvino, la violinista Laura Sarti, il chitarrista Biagio Labanca, il contrabbassista Massimo De Stephanis, il flautista e polistrumentista Fabio Tricomi, il batterista e percussionista Maurizio Brancone. La parte tecnica al video è affidata ad Andrea Balducci e la regia è di Carlos Branca e Rosanna Pavarini.

Lo spettacolo gode del Patrocinio dell’Ambasciata Argentina in Italia e conduce lo spettatore nelle tante anime di Luis Bacalov, musicista animato da curiosità verso mondi anche lontani, creativo e intelligente come pochi altri, protagonista dei rinnovamenti della musica italiana a partire dagli anni Sessanta, della nuova canzone pop-rock e della colonna sonora con i grandi temi dove convivono i suoni del Mediterraneo e le atmosfere delle milonghe dell’Argentina.

Tutte le informazioni di biglietteria al tel. 0862.24262 e sul sito www.barattelli.it 


Background